SITO UFFICIALE DELLA A.C. "CAVALIERI DI FEDERICO II - FEDERICIANI" 
Obiettivi_

Chi siamo

Contatti

      Link

Don Salvatore Coco

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

   
   
   

 
 

Ad un anno dalla scomparsa del loro amato Principe don Salvatore Coco, i Federiciani intendono riproporre l'attività e gli scopi dell'Associazione, che manterrà la sua sede in Acireale, e le relative iniziative di carattere sociale e culturale.

Sabato 5 dicembre,  con un incontro conviviale a cui parteciperanno amici ed artisti che hanno avuto l'onore e il privilegio di conoscerLo e di collaborarLo nelle Sue poliedriche attività, sarà ricordata la figura e l'opera di don Salvatore Coco.

.

 


L’Europa del XIII secolo fu fortemente caratterizzata dalla prepotente personalità di Federico II (o anche Federico I re di Svevia di Sicilia di Gerusalemme d'Italia di Germania e Imperatore dei Romani ) definito con l’appellativo Stupor Mundi  (Stupore del Mondo), appellativo che deriva dalla sua inestinguibile curiosità intellettuale, un eclettismo che lo portò ad approfondire la filosofia, l’astrologia (allora ritenuta una scienza), la matematica, la medicina e le scienze naturali. Pare che conoscesse ben nove lingue ed era un governante molto moderno per i suoi tempi.  Elaborò idee molto avanzate in economia e conribuì fortemente alla  nascente letteratura italiana con la Scuola poetica siciliana: molti poeti scrissero in volgare  (un misto di tardo latino e lingua parlata). Alla Scuola poetica Siciliana si deve l’invenzione del Sonetto, forma poetica che ha poi avuto un grande successo fino a tutto il ventesimo secolo in Italia e fuori dell’Italia (vedi Shakespeare).

Nel 1224 Federico II istituì a Napoli la prima Universitas studiorum,  statale e laica.

Diede un forte impulso anche alle arti figurative a all’architettura (la costruzione più affascinante è Castel del Monte in Puglia, ricca anche di simbolismi esoterici).

Nel 2003, ispirandosi ai principi di Federico II, un princeps  ispirato, don Salvatore Coco, lo Stupor Loci del momento, ha avuto la felice intuizione di dar vita alla Associazione Cavalleresca “Cavalieri di Federico II – Federiciani”, con sede in Acireale, proprio in quella Sicilia che tanto deve e tanto ha dato a Federico, con il preciso intento di proporre e realizzare molti progetti nei più svariati settori culturali, politici e sociali (poesia, pittura e scultura, filosofia, musica, moda, bellezza, solidarietà sociale).

Promotori di proposte socio-politiche tendenti a promuovere e migliorare il benessere dei popoli e far conoscere gli antichi fasti della civiltà Greco-Siciliana, i Cavalieri Federiciani, che contano oltre millecinquecento aderenti,  operano a titolo gratuito e senza scopo di lucro e sono presenti sia in Italia che in molti altre nazioni in Europa e in America.

Tutti gli aderenti all'Associazione vengono insigniti di titoli nobiliari (Cavalieri, Dame, Baroni,…) che non hanno valore giuridico ma hanno valenza solo nell'ambito dell' associazione medesima.

 


 

 

 

 

 

 

Dallo Statuto dell'Associazione

 

 

 

L'associazione Cavalleresca Cavalieri di Federico II Federiciani è una associazione non commerciale, no profit, apolitica e apartitica, non fondata su principi religiosi, ma basata sul principio fondamentale del rispetto umano.

 

 

 

 

Le Dame e i Cavalieri interessati al progetto e che desiderano offrire la loro disponibilità per il  rilancio dell'attività dell'Associazione possono inviare una mail a: erveso.arte@yahoo.it

 

 


 
 

       

   

Il sito www.cavalierifederico.it e i blog ad esso collegati non hanno finalità commerciali nè hanno scopo di lucro.

Questo sito viene aggiornato occasionalmente e senza alcuna periodicità. Pertanto non può essere considerato, in alcun modo e in nessuna delle sue parti, una testata giornalistica o un periodico o comunque un  prodotto editoriale ai sensi della Legge  n. 62  del  7 marzo 2001

 

 

             

 

     

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                                                  

 

 

 

sei il visitatore n. Contatore visite

 

Associazione  non commerciale no profit

rev. 23/05/10